top of page
Cerca
  • Immagine del redattoregianfrancolorini

Mare Nostrum

Aggiornamento: 19 feb



 

2.500.000 Km² di superficie approssimativa e 46 000 Km di coste, questi sono alcuni dei numeri del Mare Nostrum, il Mediterraneo.


Molto spesso quando si parla di immersioni, la prima cosa che balza alla mente sono luoghi lontani, le barriere coralline incontaminate indonesiane, gli sfavillanti fondali del Mar Rosso con il loro caleidoscopio di colori, i Caraibi, le Maldive, le isole del Pacifico e tanti altri... ma il Mediterraneo?


Il mare Nostrum, che fin dall'alba dei tempi è stato un crocevia di popoli e culture, rimane sempre un po' in disparte, ma forse è proprio per questo che, chi lo conosce, riesce davvero ad apprezzarlo e lo porta sempre nel cuore.

Non è un mare semplice, ma di quale specchio d'acqua si può dirlo? Si passa dalle basse acque del nord Adriatico, spesso rese torbide dal fondale di sabbia finissima, ai canyon dello Ionio, dalle correnti dello Stretto di Messina alle Bocche di Bonifacio, dal Tirreno al Ligure e non me ne si voglia se ho tralasciato qualcosa...


Il nostro Mediterraneo ha tutto. Nei vari anni di immersioni a spasso per il mondo, ho sempre focalizzato nella mente la particolarità del luogo dove mi stavo immergendo, ma poi un giorno, durante un immersione lungo la costa Calabra mi è balzato alla mente un pensiero che, ancora oggi dopo anni, non mi molla...Qui c'è tutto.

Ed è la verità, chi si immerge nei nostri mari lo sa bene, nello stesso sito d'immersione si può tranquillamente passare da una parete a strapiombo che scende nel blu cobalto ad una secca, da un relitto a un giro in grotta, da un immersione ricreativa ad una tecnica, e tutto nello stesso punto, ecco cos'è il Mediterraneo.


Certo, questo lo rende anche non così attraente ai più, immergersi nei nostri mari comporta anche una consapevolezza, secondo me, maggiore su quello che sono i nostri limiti di sicurezza.

Non avremo la barriera corallina ma abbiamo quella coralligena ... le pass maldiviane con le loro correnti? provate ad immergervi a Messina...


Il nostro è un mare sfruttato da tutti e protetto da pochi e merita il rispetto dovuto a colui che è stato il legante della civiltà.

17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Post: Blog2_Post
bottom of page